Abi-tanti La moltitudine migrante al Giffoni Film Festival

CIAL – Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Alluminio, per il 15esimo anno consecutivo è partner ufficiale del Giffoni Film Festival (Giffoni Valle Piana, 14-25 luglio 2016).

Nell’ambito dello Street Fest giffoniano il  Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, storico partner di CIAL, il 19 luglio propone una nuova tappa del tour del progetto “Abi-tanti, la Moltitudine Migrante”: una grande installazione collettiva che coinvolgerà pubblico e giurati partendo dal gioco, pensato per la piazza, per rimettere in gioco i concetti d’identità e differenza, incontro con l’altro, l’estraneo, strano in quanto straniero, lo sconosciuto proveniente da un altro mondo.
La moltitudine migrante degli Abi-tanti è composta da oltre 8.000 esemplari, realizzati a partire da materiali eco-sostenibili, scarti industriali, quadrelle e cubotti, dalle tante persone che adottano il progetto, utile a configurare una moltitudine di esseri apparentati per famiglie contraddistinte dal differente aspetto esteriore. La moltitudine migrante è in continua espansione e nel suo lungo viaggio, partito da Torino nel 2000, ha toccato numerose tappe in Italia e oltralpe, da Milano a Napoli, da Biella a Udine, da Rivoli a Grenoble fino ad arrivare a Parigi e alla grandiosità del Louvre.
Per l’occasione del Giffoni Film Festival 2016, in linea con i temi dell’accordo fra CIAL e il festival stesso, nella piazza principale di Giffoni verrà creata, insieme a bambini e adulti, pubblico e semplici curiosi, una nuova famiglia di Abi-tanti, caratterizzata con oltre 21.000 tappi in alluminio forniti dalla società Guala Closures, associata al Consorzio Nazionale CIAL, partner con cui il Dipartimento Educazione collabora da tempo per progetti di sensibilizzazione alle tematiche della sostenibilità ambientale.

 http://www.giffonifilmfestival.it/abi-tanti,-la-moltitudine-migrante