Abi-tanti la moltitudine migrante a Ventimiglia

ABI–TANTI La moltitudine migrante AL MAR
Progetto a cura del
Dipartimento Educazione
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

In collaborazione con
Comune di Ventimiglia
e Associazione Pigna Mon Amour Sanremo

Ventimiglia, Museo MAR, Fino al 30 settembre 2016

La Città di Ventimiglia adotta il progetto ABI-TANTI. La moltitudine migrante a cura del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea: un vasto work in progress collettivo itinerante che parte dal gioco, pensato per la piazza intesa come Agorà (luogo dell’incontro e del confronto), per rimettere in gioco i concetti d’identità e differenza, incontro con l’altro, l’estraneo, strano in quanto straniero, lo sconosciuto proveniente da un altro mondo. La moltitudine migrante degli ABI-TANTI è composta da oltre 8.000 esemplari, realizzati a partire da materiali eco-sostenibili, scarti industriali, quadrelle e cubotti di legno, dalle tante persone che adottano il progetto, inteso come work in progress, utile a configurare una moltitudine di esseri apparentati per famiglie contraddistinte dal differente aspetto esteriore. La moltitudine migrante, nel suo lungo viaggio partito da Torino nel 2000, ha toccato numerose tappe in Italia e oltralpe, da Milano a Napoli, da Biella a Udine, da Rivoli a Grenoble fino ad arrivare a Parigi e alla grandiosità del Louvre, in occasione della mostra di Michelangelo Pistoletto Année un, le Paradis sur Terre. A Ventimiglia gli ABI-TANTI sono oggi adottati dal MAR – Museo Archeologico Rossi in un contesto di particolare rilievo simbolico, con la loro forte presenza, colorata e silenziosa, in un territorio di confine che ha saputo far fronte all’attuale emergenza della migrazione con un esemplare impegno della comunità civile. Per l’occasione, gli Artenauti del Dipartimento Educazione, insieme alle scuole del territorio, alle persone migranti e alle associazioni di riferimento realizzeranno una nuova famiglia di ABI-TANTI che confluirà poi, come consuetudine, nell’installazione della moltitudine migrante all’interno del Museo MAR.
Il progetto ABI-TANTI La moltitudine migrante è a cura di Anna Pironti Responsabile Capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea. Gli Abi-tanti sono nati da un’idea di Manuela Corvino.

PROGRAMMA INAUGURAZIONE

Lunedì 21 marzo, ore 9.30
CONFERENZA STAMPA – PRESENTAZIONE DEL PROGETTO:
Sala Conferenze Sede comunale dell’ex tribunale, piazza XX Settembre, Ventimiglia

Conferenza stampa di presentazione del progetto alla presenza del Sindaco Enrico Ioculano, l’Assessore alla Cultura Pio Guido Felici, l’Assessore ai Servizi Sociali Vera Nesci, l’Assessore al Bilancio Franco Faraldi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Gabriele Campagna, con la partecipazione della dott.ssa Anna Pironti, Responsabile Capo del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli.

Lunedì 21 marzo, ore 11
CONVEGNO – FORMAZIONE INSEGNANTI, EDUCATORI e OPERATORI CULTURALI
Auditorium Liceo A. Aprosio, via Don Bruno Corti 7, Ventimiglia

Anna Pironti, Responsabile Capo del Dipartimento Educazione Castello di Rivoli, ha presentato il progetto a insegnanti, educatori e operatori culturali così da fornire gli strumenti necessari alla divulgazione del progetto e alla visita dell’installazione che resterà in modo permanente presso il Forte dell’Annunziata – MAR Museo Archeologico Rossi sito in via Verdi 41 Ventimiglia, fino al 30 settembre.
Durante il periodo di permanenza sarà possibile prenotare la visita con le scuole.

Martedi 22 marzo, dalle ore 9 alle 16

AZIONE COLLETTIVA DI CREAZIONE DELLA NUOVA FAMIGLIA DI ABI-TANTI DI VENTIMIGLIA
Forte dell’Annunziata – MAR Museo Archeologico Rossi, via Verdi 41, Ventimiglia

Realizzazione della nuova famiglia degli ABI-TANTI di Ventimiglia a cura del Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli con i ragazzi delle scuole.
A seguire, nel pomeriggio, apertura della mostra-installazione al pubblico.

 MAR Museo Civico Archeologico girolamo Rossi
Via Verdi, 41 – 18039 Ventimiglia IM – Italia
tel. +39 0184 35.11.81
email: museoventimiglia@gmail.com