Paloma Varga Weisz Root of a Dream

Paloma Varga Weisz. Root of a Dream

a cura di Marianna Vecellio

27 ottobre 2015 – 24 gennaio 2016

Inaugurazione lunedì 26 ottobre 2015

 

Il Castello di Rivoli propone al suo pubblico la prima mostra personale in un museo italiano dell’artista tedesca Paloma Varga Weisz.

Nata a Neustadt an der Weinstrasse nel 1966, Varga Weisz vive e lavora a Düsseldorf.

Proprio il vecchio continente sembra essere al centro delle fascinazioni visive postmoderne proposte dall’artista che – attraverso un’iconografia densa di rimandi alla pittura e scultura rinascimentale o alla cultura simbolista – crea complesse installazioni di grande intensità poetica, a volte inquietante, spesso contemplativa e generalmente sospesa tra universo onirico e reale. I molti riferimenti psicanalitici e una forte attenzione prestata al corpo, soprattutto femminile, da parte dell’artista hanno guidato il progetto curatoriale di Marianna Vecellio nella realizzazione di una rassegna costruita a stretto contatto con l’artista, come è del resto la migliore tradizione del museo rivolese. La mostra di Paloma Varga Weisz si compone di un’ampia selezione di lavori, da quelli giovanili sino alle opere più recenti, capace di restituire l’articolata e complessa ricerca formale dell’artista tedesca.

Tratto da una poesia di Paul Celan, Root of a Dream (Radice di un sogno) è il titolo che Paloma Varga Weisz ha scelto per la sua mostra al Castello di Rivoli. Esso allude alla costante attenzione che l’artista assegna al rapporto tra memoria, rimosso e ritorno; combinazione che diventa nelle sue opere espressione di una dimensione dell’essere dolorosa e colma di lacune, in cui il corpo diventa porzione, l’identità travestimento e la memoria intermittenza.

 

 

Tra i principali poeti del dopoguerra, rumeno di lingua e cultura tedesche, ebreo vissuto in fuga in Europa tra la Francia e la Germania, Celan rappresenta l’intellettuale migrante, alla ricerca di una patria e di una quiete in grado di riconciliare i dolori e gli orrori della guerra.

Stesso destino cui era stata condannata la famiglia dell’artista e tema ricorrente nelle sue opere.

 

Foto della mostra

  • Paloma

    Paloma

  • 055 CDR_PVW

    055 CDR_PVW

  • Turin Rivoli17806-Kl

    Turin Rivoli17806-Kl