Abi-tanti a Binario 18 #stayhumanart

Prosegue il viaggio del progetto Abi-tanti. La moltitudine migrante che farà tappa Sabato 21 gennaio in un luogo di grande valenza simbolica: il Centro di prima accoglienza per profughi e richiedenti asilo “Teobaldo Fenoglio” gestito dalla Croce Rossa Italiana nel comune di Settimo Torinese. Il Dipartimento Educazione realizzerà con il coinvolgimento di tutti i presenti la grande installazione e il workshop Abi-tanti in occasione dell’inaugurazione della mostra Binario 18 #stayhumanart.
Il progetto Abi-tanti è stato scelto dall’Associazione Legal@rte, che cura l’iniziativa, per il suo valore simbolico nel rimettere in gioco i concetti di identità e differenza e incontro con l’altro, lo straniero, lo sconosciuto proveniente da un altro mondo.
L’installazione Abi-tanti. La moltitudine migrante, nel suo tour partito nel 2000, si è ampliata, percorrendo tutta l’Italia e facendo tappa in Europa, al Museo del Louvre e in altri luoghi. Gli Abi-tanti sono attesi all’Immigration Museum di Melbourne nella primavera 2017. Una continua migrazione che fa riferimento al superamento dell’idea di confine, in sintonia con le emergenze del tempo presente che richiedono nuovi pensieri e inedite modalità dello stare insieme, per progettare, con gli strumenti culturali dell’arte e della creatività, un futuro aperto alla pace e alla speranza.

Binario 18 #stayhumanart
La mostra Binario 18 arriva al Centro Teobaldo Fenoglio, che da 10 anni gestisce l’arrivo di profughi e richiedenti asilo e oggi è il più importante centro di tutto il Nord Italia per la prima accoglienza.
Il Binario 18, il binario d’arrivo del Treno del Sole… il binario d’arrivo verso la speranza in un futuro migliore. Un percorso espositivo artistico itinerante che consente al visitatore un viaggio attraverso le vecchie e nuove immigrazioni, dentro le sensazioni e le emozioni di chi è costretto a lasciare il proprio Paese, offrendo la possibilità di rifettere sul signifcato di diversità, ma anche sugli inganni della percezione. Binario 18 si pone l’obiettivo di stimolare la rifessione e sviluppare le capacità critiche per individuare le forme dissimulate di discriminazione e di razzismo presenti nella nostra quotidianità, partendo dalla riscoperta della nostra storia di emigranti: la storia di ognuno di noi, raccontata all’unisono attraverso le opere di artisti della “società civile” ed artisti-poliziotto.

L’inaugurazione della mostra di sabato 21 gennaio ore 11.00 vedrà un momento di confronto tra popoli nel dialogo Domenico QUIRICO Reporter La Stampa e Farhad BITANI, scrittore socio fondatore del Global Afghan Forum.

Scarica il comunicato stampa comunicato stampa settimo 17

Galleria

  • 20170121_103724

    20170121_103724

  • 20170121_111653

    20170121_111653

  • 20170121_113913

    20170121_113913

  • 20170121_120610

    20170121_120610

  • 20170121_123935

    20170121_123935

  • 20170121_130509_resized

    20170121_130509_resized

  • DSC_0102

    DSC_0102

  • DSC_0140

    DSC_0140

  • DSC_0154

    DSC_0154

  • DSC_0169

    DSC_0169

  • DSC_0189

    DSC_0189

  • DSC_0222

    DSC_0222

  • DSC_0235

    DSC_0235

  • DSC_0317

    DSC_0317

  • DSC_0331

    DSC_0331

  • DSC_0342

    DSC_0342

  • DSC_0360

    DSC_0360

  • DSC_0380

    DSC_0380

  • DSC_0417

    DSC_0417

  • IMG-20170121-WA0016

    IMG-20170121-WA0016